UN MUSEO PER I CAVALLINI DELLA GIARA

6 ottobre ’01. Si parla da vent'anni ormai per concretizzare il Parco della Giara, intanto l’Amministrazione comunale di Genoni ha iniziato a realizzare un museo storico e fotografico dedicato al cavallino che vive nella Giara. Il museo dovrà nascere in una vecchia casa padronale situata nel centro storico del paese. Al suo interno ci sarà una sala di esposizione, dove saranno evidenziate tutte le peculiarità di questi animali unici al mondo e si allestirà una ricchissima mostra fotografica con preziose reliquie che testimoniano la storia millenaria di questi animali, dei quali è ancora incerta la provenienza. Oltre al museo del cavallino della Giara , l’Amministrazione comunale ha recuperato nella Giara due stabili per maneggio e un punto di ristoro ed un altro stabile viene utilizzato dai veterinari che periodicamente controllano la salute degli animali. Inoltre sono stati ripristinati " Is Cuilis", come Cuili e Corte, Cuili Luxia, S’Atzaroni, Cuili Nicolau e Cuili Becciu, per attrazione turistica.

SFILATA DEGLI ABITI DA SPOSA

30 agosto 01. L’associazione turistica Pro loco in stretta collaborazione con l’Amministrazione comunale sta organizzando per il 2 settembre una singolare chermesse, dove sfileranno gli abiti da sposa d’epoca dal 1890 al 2001. Gli abiti verranno indossati da coppie di sposi del posto. Verranno presentati sia abiti femminili che maschili. Sarà una serata all’insegna del divertimento, della curiosità e dei ricordi.

 

L’ESTATE GENONESE

24 agosto ’01. L’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura e spettacolo, ha organizzato "l’Estate genonese 2001", una serie di appuntamenti, di musica e cinema per il mese di agosto per allietare le serate dei giovani del paese. L’estate genonese 2001 si è conclusa nei giorni scorsi con grande partecipazione di pubblico.

 

MUSEO DEI CAVALLINI DELLA GIARA

13 agosto 01. Continuano a Genoni i lavori per l'inaugurazione del Museo dei cavallini della Giara. In un vecchio stabile a due piani posto nel centro storico del paese che sarà completamente recuperato, troverà posto una ricchissima documentazione storica ed etnografica sulla storia della Giara e dei suoi millenari cavallini. Un vero e proprio museo tematico, che sarà dotato di una sala video dove verranno proiettati i più significativi momenti della vita della Giara e dei suoi cavalli, dalla tradizionale trebbiatura fino al rodeo di Genoni e alla marchiatura degli animali. Inoltre, tante foto d’epoca, vecchi documenti che parlano dell'origine remota di questi "fossili viventi" e un vasto campionario di attrezzi da lavoro: carri, aratri in legno, gerle, gioghi e selle.

 

ACCORDO FRA 17 PAESI DELLA ZONA

11 agosto ’01. Dopo laboriose trattative e un lungo "conclave" di quattro ore, si è arrivati finalmente a un accordo che da via libera alla redazione e gestione del Piano integrato territoriale (Pit) dei comuni del Sarcidano-Barbagia di Seulo allargato a Mandas e Sirgus Donigala di cui fa parte Genoni. Il sindaco di Genoni, Giuseppe Sedda, è uno dei cinque membri del Comitato di coordinamento. I 17 comuni interessati sono d’accordo nel portare avanti un piano globale di sviluppo integrato del sistema archeologico, ambientale, agroalimentare e la valorizzazione del trenino verde. Umberto Opus, sindaco di Mandas, ha detto: "Sarcidano e Trexenta con questa intesa possono finalmente avviare quel processo di rinascita delle zone interne mortificato da anni: ma non c’è tempo da perdere, se necessario lavoreremo alla redazione del Pit anche il giorno di Ferragosto".

 

FESTA DI SAN COSTANTINO

5 agosto ’01. Proseguono a Genoni i festeggiamenti in onore di San Costantino, Sant’Elena e Sant’Ignazio da Laconi. Tradizionalmente queste feste includono processione religiosa, sfilata di costumi e/o cavalieri, balli pubblici in piazza, spettacoli folcloristici, musica tradizionale sarda, gosos e altri canti sacri in sardo, ed altri eventi. Oggi, alle 11 ci sarà la Santa Messa e alle 22,30 un concerto del gruppo sassarese dei Bertas.

 

LAVORI PUBBLICI

Santu Antine. L’Amministrazione comunale di Genoni ha appaltato i lavori di completamento funzionale delle strutture esistenti nel sito archeologico nuragico-punico di Santu Antine. Con una spesa di 100 milioni sarà completata la strada di acceso al sito e i fabbricati adibiti per i servizi, che sarà dotata di segnaletica turistica e percorsi turistici mirati con piste facilmente percorribili.

Consegna di lavori. Sono stati consegnati i lavori di adeguamento del cimitero, degli edifici pubblici e della casa parrocchiale alle norme di sicurezza previste dalla legge. La spesa complessiva è stata di 193 milioni.

Rete idrica. Inizieranno entro breve tempo i lavori di rifacimento di parte degli allacci idrici e della condotta idrica comunale. Per la realizzazione dell’opera, l’Amministrazione comunale spenderà circa 250 milioni.

 

SETTIMANA DELL’ARTE E DEI MESTIERI

5 giugno ’01. Si è conclusa, salutata da una cornice di folla entusiasta, una settimana interamente dedicata all’arte, ai mestieri e alla cultura di Genoni, in parte in concomitanza con i festeggiamenti in onore della Madonna del Sacro Cuore. La mostra, organizzata dalla Pro Loco e dall’Amministrazione comunale nei bei locali dell’ex Montegratico, restituiti al loro antico splendore, ha messo in vetrina prodotti tipici dell’artigianato come tegole dipinte, incisioni, lavori in legno, in sughero, cestini, ricami, lavori a uncinetto ed altri, tutto frutto di una sapiente e paziente opera di ricerca che ha portato, da alcuni anni, alla riscoperta dei mestieri del passato. È piaciuta molto la mostra fotografica di un emigrato di Genoni, Luigi Melis, e la personale di pittura della quotata artista Caterina Balliccu, organizzate per l’occasione in Piazza Municipio. L'assessore comunale Angelica Mereu ha detto: "L’obiettivo di questa settimana della cultura è quello di valorizzare tutte le attività artigianali del paese e mettere in vetrina anche i nostri artisti, molti dei quali sconosciuti al grande pubblico".

 

UNA NUOVA CASA DI ACCOGLIENZA

13 marzo ’01. Una vecchia casa con annessa azienda agricola sarà presto trasformata in Casa di accoglienza per le persone più bisognose, compresi i disabili. È il grande progetto presentato dall’antico ordine delle Suore Giuseppine all’Amministrazione comunale: un nuovo atto d’amore delle Figlie di San Giuseppe a Genoni e all’intero Sarcidano. L’ordine delle Giuseppine nasce a Genoni il 20 settembre del 1888. Oggi il paese, diventato sede internazionale della casa-madre delle Giuseppine, e proiettato in una dimensione mondiale. Non sono rari gli appuntamenti religiosi, i convegni e raduni internazionali.





Se sei residente a Genoni o emigrato Genonese, SARDIMONDO ti offre l'opportunità di pubblicare sul nostro sito Internet, senza costo, le notizie personali e familiari che vuoi condividere con amici, parenti e conoscenti in tutto il mondo, come nascite, battesimi, nozze, anniversari, saluti, auguri, lutti... Fateci pervenire i vostri messaggi (anche con una fotografia!) a:

SARDIMONDO
Sintel snc
Corso Garibaldi, 17, 08034 LACONI (NU)
Fax: 0782-869026
E-mail: sintel@tiscalinet.it