Con l'adesione a "Sardimondo" questa Amministrazione intende rivolgersi in particolare a tutti quegli isilesi che per motivi di lavoro, di studio ecc. si trovano a vivere lontano, spesso in altri continenti.


Con Internet  le distanze si accorciano, si può comunicare, informare, aggiornare e si possono raggiungere in tempo reale anche quelle realtà geografiche che sembrano più lontane.

Avvalendoci di questo strumento vogliamo aprire una finestra che consenta anche a chi è lontano di affacciarsi sul proprio paese; vedere,capire, seguirne l'evoluzione, essere aggiornati su fatti e avvenimenti piccoli e grandi che fanno il vivere quotidiano di una comunità.

Crediamo che in questo modo si possa instaurare quasi un dialogo, un interscambio di notizie e di opinioni; un entrare a far parte quasi attivamente della vita del paese.

Le immagini e le notizie che verranno "trasmesse" sul sito "Sardimondo" vi mostreranno luoghi della memoria; vicoli, monumenti,case e il territorio circostante.

Molti, (soprattutto coloro che non rientrano spesso ad Isili) avranno la sorpresa di trovare il paese profondamente cambiato, per certi aspetti trasformato. Infatti durante gli ultimi dieci anni, gli amministratori che si sono succeduti nel governo del paese, hanno avuto cura di ridare al paese una veste una veste urbana dignitosa e spigliata. Le chiese in abbandono (San Sebastiano, Sant'Antonio, la stessa chiesa di San Giuseppe), sono state restaurate e sono in fase di recupero, e riportare ad una funzionalità fruibile da tutti i cittadini.

Strade, piazze, giardini abbelliscono il paese. L'Antico Convento dei Padri Scolopi, completamente restaurato già da diversi anni, da questo mese sarà la sede permanente del Museo per l'Arte del Rame e del Tessuto. Un museo così originale non poteva che nascere ad Isili, dove l'antica e nobile arte dei ramai e delle tessitrici ha da sempre segnato la vita economica e sociale del paese.

Quale modo migliore, dunque,per recuperare e valorizzare tradizioni, cultura e storia di ogni comunità!

Oggi Isili è cambiata, adeguandosi ai tempi; pensiamo di aver dato una forte spinta verso la modernizzazione, offrendo servizi per migliorare la qualità della vita e a quanti ogni giorno arrivano nel nostro paese proprio per usufruire dei tanti servizi: Scuole, Uffici, Ospedale, la Biblioteca comunale ecc.

Questo mese sarà inaugurata la Cittadella Sportiva, con piscina, campi da tennis, di calcetto e Bocciodromo, dove chi vuole potrà dedicarsi alla pratica di diverse discipline sportive e sta per essere ultimato il nuovo Campo sportivo comunale, moderno, accessibile e attrezzato per gare, competizioni o semplice sport amatoriale.

L'impostazione data al paese dagli amministratori è stata pensata per tentare di soddisfare le esigenze di tutti i cittadini, dai più piccoli - per i quali esistono una serie di spazi attrezzati (ludoteca, giardini, piazze) - ai più anziani. Non si contano le iniziative di carattere culturale e ricreativo. Abbiamo creato spazi per socializzare, luoghi di incontro curati e confortevoli, come il Centro di Aggregazione Socio-culturale.

Certo, molto è stato fatto - e le opere realizzate stanno lì a dimostrarlo - ma siamo consapevoli che molto resta da fare; i problemi che investono il nostro paese sono quelli comuni a tante realtà, in paricolare, in particolare quello della disoccupazione.

Troppo pochi i mezzi finanziari disponibili e non sono certo sufficienti  le risorse di un piccolo comune come il nostro. Ciononostante pensiamo che la cartolina che inviamo tramite Internet sia piuttosto interessante e speriamo che questo sia solo il primo passo verso una più profonda e proficua conoscenza.

Perché ciò avvenga auspichiamo una vostra attiva collaborazione attraverso consigli, critiche, opinioni, storie vissute, ma soprattutto l'augurio è che quanti lo desiderano possano venire ad Isili in vacanza o di poter rientrare definitivamente.

Vi saluto affettuosamente.    

                                                            Il Sindaco

                                                   (Orlando Carcangiu)